banner
asia - Oman

Crociera sub in Oman, 8 giorni sulla Oman Aggressor

asia - Oman

Crociera sub in Oman, 8 giorni sulla Oman Aggressor

Prenota una crociera in Oman e scopri gli affascinanti fondali di una delle destinazioni più misteriose del Medio Oriente

3 recensioni

Questo viaggio è consigliato da Nov a Mar

Scopri perché

Questo viaggio è per  Sub

icon

Prenota una crociera in Oman e scopri gli affascinanti fondali di una delle destinazioni più misteriose del Medio Oriente

circa 2209€

 a persona

Richiedi subito
un preventivo
Questo viaggio è per  Subicon

Cosa comprende

  • 8 giorni e 7 notti in cabina doppia a bordo della Oman Aggressor
  • Trattamento pensione completa
  • 2 immersioni al giorno
  • Bevande analcoliche
  • Assicurazione Medico Bagaglio
  • Voucher di 10 € per assicurazione DAN
  • Voucher sconto 10% per acquisto attrezzatura
Mostra tutte

circa 2209€  a persona

Calcolati per un viaggio di 2 persone volo escluso

Inserisci le date, il numero di partecipanti per avere un preventivo

Richiedi subito
un preventivo

Vuoi risparmiare?

Scopri in anticipo  i costi dei voli per questo viaggio

GEN-2019

545 €
FEB-2019

440 €
MAR-2019

496 €
APR-2019

555 €
MAG-2019

451 €
GIU-2019

539 €
LUG-2019

524 €
AGO-2019

532 €

Cosa farai

Megattere e Capodogli

Una crociera sub in Oman vi permetterà di ammirare i giganti del mare

Barriera corallina

Il Golfo dell’Oman ospita 85 generi di coralli duri e molli e ben 900 specie di pesci

Squali

Nelle acque che costeggiano l’Oman avrete la possibilità di ammirare splendidi esemplari di squali pinna bianca

Delfini

Delfini tursiopi e stenella, con cui poter nuotare, popolano queste acque

Squali Balena

Nel Golfo dell’Oman è possibile nuotare in compagnia di queste maestose e innocue creature

Tartarughe

Questa zona del Mar Arabico è la dimora di fantastici esemplari di tartarughe marine verdi e embricate

Mante e Mobule

Branchi di mante e mobule affollano questa zona attratte dall’acqua ricca di nutrienti

Mola Mola

Qui è possibile ammirare il Mola Mola, detto “pesce luna”,  il più grande tra i pesci ossei

Relitti

La baia di Bandar ospita, ad una profondità di oltre 30m, il relitto “Al – Munassir”

Quando andare

Da novembre a febbraio/marzo le temperature sono calde di giorno, ma piacevolmente fresche di notte, la visibilità dell’acqua è maggiore e la vita marina più intensa. Tra febbraio e marzo la possibilità di incontrare balene e delfini aumenta.

Cosa vivrai

L’Oman è un paese ricco di meraviglie naturali, tra spiagge incontaminate e foreste da esplorare, ed è un paradiso per la ricerca di fossili. La fauna dell’Oman è molto varia con la peculiarità di alcune rarissime specie di mammiferi tra cui l’Oryx bianca, che è quasi estinta, ed il Tar. Inoltre si contano numerose gazzelle arabe ed alcuni felini selvatici come il leopardo arabo, il gatto selvatico di Gordon e la lince Caracal, trovati in alcune zone aspre e inaccessibili dell’interno. E poi, ovviamente, il cammello, che è ancora l’animale più importante sotto molti punti di vista. Inoltre, sono numerose le colonie di uccelli stanziali oltre ai migratori che fanno dell’Oman un posto magico per chi ama il birdwatching. Non meno spettacolare è il mondo subacqueo che si muove lungo le coste frastagliate. Numerose sono le specie di coralli che fanno dei fondali un vero e proprio paradiso naturale, grazie anche alla presenza di balene, delfini, tartarughe marine, squali e altri pesci.

Muscat è la capitale del Sultanato dell’Oman ed offre più di una ventina di siti di immersione per chi si avventura in una vacanza subacquea in Oman. La grotta dell’isola di Fahal, la baia di Bandar Al Khayran e il relitto «Al - Munassir» a 30 m di profondità sono tre fra i punti di immersione più famosi della capitale. L’assenza di correnti e l’ottima visibilità in tutti i periodi dell’anno, fanno di questo luogo il punto ideale per le immersioni anche dei principianti o dei sub meno esperti. Khasab e Dibba sono le due città principali per effettuare immersioni nella regione del Mussandam. In questo luogo le baie nascoste e le insenature rendono le escursioni diving itineranti particolarmente affascinanti. Tra febbraio e marzo, inoltre, vi è un’alta possibilità di immergersi in compagnie di balene e delfini. Mirbat e Salalah , invece sono le città principali per chi vuole fare immersioni nella regione del Dhofar, particolarmente indicate per chi vuole immergersi in compagnie di razze, pesci pappagallo, pesci angelo, tartarughe, seppie, piovre e murene che si accompagnano a nudibranchi e a coralli molli e duri. Altra particolarità di queste acque è la presenza della cosiddetta foresta di Kelp, uno spettacolare tappeto di alghe sottomarine che si crea in seguito alla stagione del Khareef (da ottobre a dicembre). La cittadina di Barka , situata sulla costa a poche miglia da Mussanah, è il punto di partenza per le escursioni verso le Isole Daymaniyat : il paradiso dei subacquei in Oman. Queste isole rappresentano l’unico parco marino protetto del Sultanato dell’Oman ed offrono dei punti di immersione spettacolari ed estremamente affascinanti: Clive Rock, il più remoto della costa, Devil Point, l'Acquarium ed il Garden Of Edendove. Inoltre degni di nota anche i punti di immersione di Shark Alley, la splendida Cave in the Wall e lo Stingray Paradise dove sono presenti razze, cernie e murene.

Info utili

Come arrivare

L’aeroporto di Muscat (o Masqat) è collegato alle principali città europee con numerosi voli giornalieri. Di norma è previsto uno scalo intermedio a Il Cairo o a Dubai. Da Mascate si può raggiungere Barka in taxi o tramite transfer terrestri. Sia dal porto di Mascate che da quello di Barka partono le spedizioni diving verso le isole Daymaniyat che sono tutt’ora inabitate. L’aeroporto principale della regione del Mussandam si trova a Khasab ed è collegato sia alla capitale del Sultanato che alle principali città europee. Di solito si effettuano scali intermedi a Il Cairo, Dubai o Doha. Per raggiungere Dibba, invece, si possono utilizzare i transfer dei resort o i taxi. L’aeroporto principale della regione del Dhofar si trova a Salalah. Da qui per raggiungere Mirbat si possono utilizzare taxi o transfer terrestri.

Cultura e Cucina

Lo stile di vita, come in altre nazioni arabe, è fortemente legato alla cultura araba islamica . La religione più diffusa, infatti, è quella musulmana, anche se c’è una forte componente di induisti in Oman. Per quanto riguarda le origini degli abitanti oltre 2 milioni sono nativi, a cui si aggiungono persone provenienti da paesi indiani, asiatici, europei ed americani. La lingua ufficiale è l’arabo, ma nelle zone turistiche è molto diffuso anche l’uso dell’inglese. La produzione artigianale è composta da braccialetti, orecchini e vari ornamenti. Il Khanjar, ossia uno stiletto curvo, è il simbolo dell’antica cultura e della tradizione del Sultanato dell’Oman. La cucina omanita è un misto della produzione libanese/araba ed indiana. Per quanto riguarda la prima, le portate principali sono sicuramente l’Hummus, una salsa a base di ceci e semi di sesamo e un po’ di paprika o peperoncino in polvere, i Fatayer, fagottini di pasta ripieni di carne o verdura ed i Warak enab, degli involtini di foglie di vite ripieni di riso e agnello alla cannella. Dalla cucina indiana, invece, provengono il Chicken o Lamb Tikka, pollo o agnello marinati in yogurt con spezie, ed il Chicken Tikka Masala, un Chiken Tikka saltato in padella con salsa speziata a base di pomodoro. Il dolce tipico dell’Oman, tra i più apprezzati e ricercati, è sicuramente l’Omani Halwa, simbolo dell’ospitalità omanita e viene offerto agli ospiti o portato agli amici in segno di riconoscenza. Bisogna ricordare che "Halwa" in arabo significa dolce, quindi, questo aggettivo viene accostato a tutta la produzione dolciaria dell’Oman. Di solito l’Halwa viene servito accompagnato da una tazza di caffè arabo.

Assicurazione medica

Le strutture ospedaliere sono di modeste dimensioni e sono concentrate nei centri urbani maggiori. Inoltre, in Oman esistono molte cliniche private con personale medico proveniente dall’estero. Si consiglia di stipulare un’assicurazione sanitaria privata che preveda, oltre alla copertura di eventuali spese sanitarie, anche il rimpatrio aereo o il trasferimento del malato in un altro Paese.

Sicurezza

L’Oman ha un tasso di criminalità molto basso e sono quasi inesistenti le rapine. Si consiglia di evitare le zone di confine con lo Yemen.

Visto turistico

Il visto d’ingresso è obbligatorio ed i titolari del passaporto italiano possono prendere tale visto in Oman, alla frontiera, con un costo relativo al periodo di soggiorno. Un visto di 10 giorni non rinnovabile costa 5 O.R. ; un visto di 30 giorni rinnovabile per un ulteriore mese costa 20 O.R. . Il visto può essere richiesto anche online, per chi arriva in aereo in Oman, sul sito della Royal Oman Police e va ritirato all’arrivo in Oman pagando il relativo costo. Inoltre, il visto può essere richiesto anche presso l'Ambasciata dell’Oman presente a Roma.

Moneta locale

La moneta ufficiale è il Rial omanita , entrato in vigore nel 1973 quando andò a sostituire il Rial Saidi.

Recensioni

  • Crociera indimenticabile!

    Giacomo da Caserta, 10 Ottobre 2017

    Meravigliosa vacanza in crociera sull’Oman Aggressor: servizi di bordo eccellenti, cibo squisito, e immersioni impagabili grazie anche alle guide.

  • Un'esperienza da mille e una notte

    Martina da Genova, 16 Febbraio 2017

    Che dire… una cosa indimenticabile. La location, la barca, lo staff, il personale di bordo e le immersioni. Tutto perfetto. Persone affabili e qualificate. Attenzioni e qualità della vita a bordo da mille e una notte….

  • Vacanza in completo relax

    Flaminia da Lecce, 3 Aprile 2016

    Magnifica settimana trascorsa su un’incredibile barca: super equipaggio, guide preparate competenti e simpatiche, cucina eccellente. Tutto al top!

circa 2209€

 a persona

Richiedi subito
un preventivo
Vuoi un viaggio diving personalizzato?

Altre vacanze diving per Muscat

Promozioni Divecircle

Ogni mese offerte e promozioni
per sub ma anche per i non sub

Avvisami per le offerte
Avvisami per le offerte